reading, writing

Mese: febbraio, 2007

GRAZIE DI ESISTERE (Are She Clever) – Delay Back Sound

ti giuro sai, non ti ho dimenticata mai
sempre su di un foglio con lo sguardo spoglio
scrivendo con inchiostro i versi che portano da te
sono parole di una vita che
compromettono ogni salita
se l’occasione sfugge
il tempo passa come le lacrime che cadono a pioggia
sboccia l’amore che c’è in noi
come sempre se lo vuoi
con le cuffie che raccontano questa storia infinita
tasselli ad incastro che scorrono come sabbia tra le dita
legati insieme per la vita
e da un battito incessante che si ripercuote nella tua mente

ti prego mai
non lasciarmi mai
ho bisogno di te, questo lo sai
ho bisogno delle tue parole
del tuo amore
voglio vivere ogni goccia di te
sotto questo cielo se altro non ce n’è
c’è il tuo viso
che risplende il mio sorriso
mi fa vivere in paradiso
come una fragola che dà l’essenza giusta
sei mia e basta.

[è un pezzo inedito, dal testo concepito
in poche righe, dalle magnifiche rime di
due amici salentini, un sound azzeccato
una canzone d’amore.. solo per te]
Annunci

BISOGNI

non puoi scusarti di ciò che non hai fatto
non puoi scusarti di ciò che ti hanno fatto

ho bisogno dei tuoi occhi
dei tuoi capelli
del tuo corpo ancora una volta

e ci scuseremo insieme per quello che saremo:
un unico incastro..

[un puzzle, incorniciato, attaccato al muro]

FRAGOLA

Una fragola sul tuo corpo..ricoperta di cioccolato,
adesso manca solo questo.
 
Un primo morso…
per gustare il cioccolato e l’amplesso tra la crema e il frutto…
due gocce di polpa che scivolano giù su di te..
fresche
dal fianco vanno giù per la linea del tuo corpo..
 
un altro morso…
e sei mia, del tutto!
 

DIALOGHI

"dovremmo fare un gioco io e te…
..incontrarci
sederci a tavolino,
uno di fronte all’altra,
e capire i nostri complessi..
ma in silenzio"

"in silenzio?"

"sì…in silenzio"

"e come? con gli occhi?!"

"nooooo…dire con gli occhi sarebbe solo romantico..
..dovremmo lasciare le frasi romantiche ai poeti e
comprendere che il corpo
funziona tutto insieme:
occhi, naso, bocca,
mani, gambe, piedi…
…posso cercare di capirti anche solo mentre muovi un ginocchio!"

[quant’è bello il silenzio tra noi?
…è l’ennesima che ti dedico..
e, dopo stasera, non sarà di certo l’ultima.
Per Elisa]

SENSAZIONI PREMATURE..

un silenzio durato anni,
per poi riaccendersi e scoprire che sei cresciuta
più di quello che volevi..

novembre, dicembre..
gennaio è passato!
e ora? cosa mi resta di quei mesi passati insieme
tre anni fa?

l’idea di un bambino a cui parlerai di me,
che sarà tra le tue braccia adesso,
poco più grande di me..
..ma che dentro ha tutta te stessa!

ci si innamora solo una volta nella vita, dicono,
ora capisco che l’unico amore è quello di ascoltarti..
e piangere per telefono, perchè mai ti ho sentita
così felice di esistere…

[a Emanuela..non credevi che nascesse nel mio mese eh??
scherzavi a dire che non mi sopportavi, così complicato com’ero,
adesso ci sarà una piccola parte di me nella tua vita…
auguri futura mamma!]

SENZA CIELO..

I tuoi diciannove anni, in un’altra città,
dove nessuno ti conosce, dove ogni mattina e ogni sera,
a differenza di anni, non cambiano neanche le facciate dei palazzi
o il rumore nell’aria
o il traffico per le strade

«Perchè vivi a Milano che non c’è il cielo??»
mi hanno chiesto
«beh..perchè così ognuno è costretto a pensare,
a fantasticare,
per inventarsi il suo».

[TANTI AUGURI A ME!]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: