GUARDA BENE DENTRO LA VASCA DA BAGNO

di icecamp

“Una brutta notizia: c’è l’interludio della stanza da bagno. Odio gli interludi della stanza da bagno, tutto quel «Tu puoi usare lo spazzolino da denti verde e l’asciugamano rosa». Non fraintendetemi: l’igiene personale è cosa della massima importanza, e la gente che non si lava i denti è poco lungimirante e molto sciocca, e io con mio figlio eccetera eccetera. […] Ma, diamine […] io e Marie dovremmo essere in preda a una passione incontrollata, allora come trova il tempo di parlarmi di creme idratanti alla carota e di palline d’ovatta per struccarsi e via dicendo? Tutto sommato, preferisco le donne che sono pronte in tuo onore a fare uno strappo alla regola, per giunta questi interludi della stanza da bagno non fanno per niente bene ai nervi di un uomo, né aiutano il suo entusiasmo, se capite cosa intendo.” 

Nick, amico mio, non puoi parlarmi di relazioni che vanno in stallo in una stanza da bagno. Inutile che fai lo spiritoso, ho convissuto anch’io e di punto in bianco mi sono ritrovato la toilette con uno spazzolino in più, che in verità fa anche piacere, piena di cose sconosciute nel mondo di un uomo tipo shampoo profumato lavanda e flaconi interi di balsamo, che per i miei capelli, sai com’è.. è così.. necessario. Un giorno ho addirittura trovato nella vasca da bagno il guantino per lo scrub, questo sconosciuto, la stessa vasca dentro cui un altro giorno c’era una gabbia hi-tech pluriaccessoriata per criceti. Con dentro il criceto ovviamente. Ma tutto sommato erano i tempi in cui ci si lavava la schiena a vicenda, chiacchierando e soffiandosi addosso nuvolette di bagnoschiuma mentre un criceto bianco ci fissava correndo felice dentro la ruota.
Poi mi ha mollato, così come aveva deciso tre anni prima di mettersi insieme, il criceto è morto e il guantino per lo scrub è sparito insieme allo shampoo profumato, le creme varie e il balsamo.
Allora ho comprato lo spazzolone, quello brutto col manico lungo, per lavarmi la schiena da solo senza dover imitare Spiderman.
Lo spazzolone è ancora lì, penzolante dentro la vasca. Quando capita che qualche ragazza di passaggio vada a fare pipì e chieda urlando da dietro la porta del bagno «ma questo spazzolone?» rispondo sempre qualcosa del tipo «sai, le cose che comprano le mamme e che poi non usi mai…». Non è vero. Lo uso. Ma non lo dico a nessuno.
Tu, musa, che leggi, in confidenza: ti andrebbe di lavarci la schiena a vicenda?

Annunci