CONFESSIONI

di icecamp

Io penso che ci siano persone diverse. Più… primitive. Quando queste persone poi si incontrano, ed entrano in contatto, questi istinti primordiali in loro si risvegliano. E ritornano indietro, come ad essere dentro improvvisamente bambine.
Rimango in silenzio ad ascoltare. Mi sento quasi un paziente disperato sdraiato su un lettino che apprende da una voce delicata il motivo della propria follia.
E non dire mai più quelle frasi che mi fanno paura.
Quali?
Che se io sparissi tu smetteresti di scrivere.
Ah! Perché non dovrei più dirlo? E’ la verità.
Perché io poi smetterei di disegnare.

Annunci