QUELLI CHE SI INNAMORANO

di icecamp

Gli occhi dell’amore si nascondono dietro al buco della serratura. Sono gli occhi di un voyeur desideroso di osservare quell’altra vita, dall’altra parte del muro.
Gli occhi dell’amore sono quelli che guardano in un punto fisso pensando ad altro, senza metterlo a fuoco.
Gli occhi dell’amore diventano grandi e piccoli in un nanosecondo quando inciampano nell’altro sguardo. Io li ho visti, gli occhi dell’amore, e quando mi sono reso conto di guardarli davvero, tutto il resto è cambiato insieme a me. Innamorarsi è strano, e pensare che io, innamorato, lo ero sempre.
Innamorarsi abbatte ogni barriera fisica e morale religiosa, apre la mente a un mondo che non si è mai visto prima. Non ci si rende mai subito conto quando ci si innamora. Quando te lo stai chiedendo o ne viene un minimo dubbio la risposta è irrimediabilmente . Ma è un che non si fa sentire.
Ci si innamora al telefono, in una cabina in mezzo alla strada, proprio quando il tempo sta per scadere e non hai più un altro gettone in tasca per dire le ultime parole.
Ci si innamora al mattino, quando il viso è stropicciato dal sonno, i capelli sono arruffati e il trucco è sbavato sulle guance.
Ci si innamora al buio, in silenzio, quel silenzio interrotto da un sorriso accennato o da un verso di incertezza. E’ un dubbio che pervade la testa, una domanda che gli occhi cercano fuori dagli spiragli di una stanza di pietra. Davvero c’è un mare e un cielo al di là di questa vita, di questa realtà in cui sembra essere eresia sognare?
Ci si innamora partendo, e la risposta a tutto questo è un biglietto di sola andata verso l’ignoto. E la curiosità corrode più per capire dove in effetti si trovi questo ignoto che per tutto il resto perché a volte, e qui si nota la grande debolezza umana, il buio fa paura anche ai grandi, e solo andata è una parola con le luci spente.

edy_dark

Annunci