DISEGNO VORTICI CON UN DITO

di icecamp

Ricordo le passeggiate lente, per capire come ci stiamo insieme dentro questo mondo rilassato; ricordo le camminate veloci per rincorrere un treno che sta per partire e farci dire “ciao”.
E imparo a tenere la tua mano nel modo più comodo per i nostri corpi che diventano uno solo in mezzo alla gente, per la strada, tra le sagome dei  palazzi che si allungano verso un cielo che non ha più nuvole e mostra un sole tiepido che si poggia sul tuo naso, sui capelli. E nel mentre un altro mio sguardo si innamora del tuo, ancora.
Non è una coincidenza se di notte non dormiamo per ascoltarci, nessuno sarebbe così attento al respiro di qualcun altro come te. Nessuno si sveglierebbe mentre ti muovi sotto le   coperte pregando che tu possa dormire sonni sereni, finalmente, adesso.
Disegno vortici con un dito, fuori e dentro di me, mi perdo e mi ritrovo girando nei pensieri, e intanto srotolo con gli occhi un nastro colorato tra le nuvole.

image

Annunci