PRIMODELLANNO

di icecamp

Apro gli occhi e l’ultima immagine che ho è quella. Una cattedrale nel deserto, solo un po’ più colorata di com’è nella realtà. Affascinante come non mai, con quel tocco magico e allo stesso tempo tetro. Ho il telefono in mano, voglio fotografarla ma non trovo l’inquadratura giusta, niente mi soddisfa ma voglio averla, forse non solo l’immagine che non entrerebbe mai in uno scatto, e sento che voglio averla tutta.
Teste mi passano davanti all’obiettivo, indifferenti, si fermano a guardare questo castello abbandonato nel tempo. Sono meravigliati, hanno le bocche aperte e gli occhi di ogni tipo che esistano al mondo. Mi camminano a fianco e mi superano. Mi coprono. Non mi vedono.
Apro gli occhi e la prima immagine che ho è quella. La crepa sul soffitto che lascia intravedere parti del solaio vecchio di un secolo. Inizia così questo primo giorno. Nel bianco, che non è quello della neve, dello stucco delle pareti che avvolgono il mio letto.
Vorrei farmi un regalo. La parola, quella che in me sparisce quando invece dovrebbe eruttare come un urlo che tuona in cielo. Si rintana nel mio stomaco, che sembra un guscio di lumaca, dove scorre lento e al buio.
Varco le porte della follia.

Wonderland Amusement Park - Beijing_China
Wonderland Amusement Park – Beijing, China

Annunci