ABOUT

Emanuele nasce a Ragusa, il 3 febbraio 1988, dove vive con la famiglia per 18 anni.

Figlio di papà Lorenzo e mamma Concetta, è l’ultimo tra i suoi fratelli: Marilena, Vincenzo e Domenico. Sin da piccolo dimostra una creatività spiccata e un’innata passione per l’arte (trasmessa dalla sorella) e per la musica (da neonato in culla ascoltava già Radio DeeJay).

A 3 anni viene scoperto da Radu Jelescu, ex primo violino della Filarmonica Orchestra di Budapest e direttore del Coro Polifonico Amadeus, che, insieme alla soprano Gianna Buniato, sua moglie, lo avvicina al mondo del pianoforte e del canto. Nel 1994 lascia l’insegnante rumeno per approdare tra i musicisti dell’Associazione Musicale Euterpe, dove comincia il lungo e fortunato cammino di studio di pianoforte classico con il maestro Sebastiano Cannizzo. Sotto la sua guida, Ema partecipa a numerosi concorsi nazionali che lo vedono ai primi posti nelle classifiche della categoria giovanissimi, portando alto il nome della scuola nella quale studia e conseguendo importanti attestati e premi della critica dalle commissioni di giuria. Il 2000 è l’anno della svolta: abbandona la musica classica e l’Accademia Euterpe per dedicarsi allo studio di Jazz, per il quale ha un colpo di fulmine. Nello stesso periodo, ad appena 12 anni, Ema scopre la radio, per la quale ha da sempre avuto una particolare passione: per gioco, si insedia negli studi di Radio Insieme nei quali lavora come DiscJockey un suo compagno scout (attività che Ema segue, così come i fratelli prima di lui, fin dai 7 anni). L’anno dopo, con l’abbandono della radio da parte dell’amico Gianmarco, Ema tenta il suo esperimento domestico: Radio Kaos, una web radio pirata organizzata in casa che, nel bene o nel male, va avanti per circa sei mesi.

Il 12 settembre 2001, giorno di lutto mondiale per la strage del World Trade Center, Ema inizia gli studi presso il Liceo Artistico ’T.Campailla’ di Modica (RG), scuola che ne forgerà e amplierà la dote creativa e artistica e il suo spiccato senso dell’osservare e ascoltare gli altri e tutto ciò che ha intorno.
Il tempo passa e Ema rimane diviso tra i suoi studi di ‘Architettura e Arredo’ al Liceo, il teatro, il pianoforte e la scoperta della musica elettronica che lo porta ad avvicinarsi al mondo dei disc jockey. Fino a che nel 2004, incontrando Stefano, un amico d’infanzia, scopre RDB Network (il canale radio commerciale di un’emittente parrocchiale di provincia, nella quale quest’ultimo lavora). Qui conduce l’ultima stagione di ‘Free Time Together’ e si lancia da autore e conduttore nell’avventura di due nuovi format in stile urban e underground: ‘HipHop Broz’ e ‘Blackout’, che porterà avanti fino al 2006, in coppia proprio con Stefano, con il quale s’instaura un rapporto professionale e una complicità perfetta.
Proprio in quell’anno comincia la collaborazione con Antenna Iblea Broadcasting, emittente commerciale diretta da Salvino Donzella (nota voce degli anni 70 del Notturno di Radio Uno Rai e collega di un giovanissimo Rosario Fiorello agli albori radiofonici) e la successiva nascita di una nuova etichetta in fusione con RDB, ERREUNO DISCORADIO, a cui Ema partecipa principalmente come autore, nella conduzione di ulteriori programmi e nel suo successo dell’estate, SummerSound, format itinerante condotto sulle spiagge di Marina di Ragusa.

Appena diplomato in Architettura e Arredo al Liceo Artistico, Emanuele si trasferisce a Milano per studiare Design di Interni al Politecnico. Qui Ema approda tra le frequenze virtuali di Radio Web Stereo con lo pseudonimo di DJ ICE dove conduce per due stagioni LIVE BOX, contenitore di hits musicali con dediche e richieste. Al di fuori dagli studi universitari l’hobby principale di Ema è quello di citofonare alle sedi delle radio milanesi per visitare gli studi e carpire più segreti possibili del mestiere.
Entra così a conoscenza del mondo delle radio locali lombarde e dei network nazionali, da Radio Deejay, RTL, RDS a PlayRadio e 105, assistendo a luglio del 2007 alla nascita di Virgin Radio e a maggio del 2008 alla triste chiusura di RockFM.

Nell’estate del 2007 Ema è impegnato in dj sets di elettronica minimale alla sede Bovisa di Triennale Milano e muove i primi passi nella professione di Sound Designer. E’ promoter radiofonico della giovane cantautrice Vittoria Hyde (poi approdata a XFactor e attuale speaker a Virgin Radio), del gruppo hiphop DelayBackSound e direttore artistico di Poli.Radio, la webradio universitaria degli studenti del Politecnico, fondata insieme a altri 3 studenti conosciuti per caso su un forum online.
Nell’estate del 2008, una mattina, arriva ospite in radio uno strano personaggio, Max Pandini (ex regista dello storico CrazyClub di RTL 102.5) a discutere di nuove tecnologie per la radio web e fm. Quell’incontro cambierà la carriera artistica di Emanuele.
Da Max, Ema impara i segreti della tecnica del suono, del processo sonoro e della regia radiofonica e comincia il cammino di transizione da giovane speaker provinciale a esperto fonico di produzione e messa in onda. Questo è il periodo delle nuove conoscenze. Ema entra in contatto con personalità artistiche e tecniche della radio italiana che gli trasmettono, attraverso le loro competenze e i racconti delle esperienze attuali e del passato, la voglia di seguire i propri sogni senza mai desistere.

I sogni son desideri… e prima o poi si realizzano davvero. Dopo aver lasciato la carica di direttore a Poli.Radio (coprendo tuttora comunque un importante ruolo di consulenza generale) e aver contribuito alla nascita del progetto web Radio Dynamo, alla fine del 2010 arriva, inaspettata, la “convocazione” in nazionale. Attualmente infatti Ema lavora come Sound Engineer per Gruppo Finelco (Radio 105, Radio Monte Carlo, Virgin Radio Italy).

Annunci